English version | Cerca nel sito:

Persecuzioni > Diritti umani e crimini contro l'Umanità

I crimini della Corea del Nord

Il Comitato per i diritti umani dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato una risoluzione storica, che condanna la Corea del Nord per i gravi abusi commessi sulla popolazione e chiede di deferire il Paese alla Corte Penale Internazionale dell’Aja.


Ambrogino d'Oro a Gabriele Nissim

Gabriele Nissim, presidente di Gariwo, la foresta dei Giusti e promotore della Giornata europea dei Giusti, è tra le personalità che il Comune di Milano ha deciso di premiare con l'Ambrogino d'Oro, l'onorificenza intitolata al Santo Patrono della città, che sarà consegnata il 7 dicembre al Teatro Dal Verme.


Persecuzioni > Diritti umani e crimini contro l'Umanità

Una legge inutile e dannosa

Il parere, espresso sulle pagine di Haaretz il 25 novembre, dell'ex Ministro israeliano della Difesa Moshe Arens sulla norma che in caso di contrasto tra precetti ebraici e democrazia sancirebbe il prevalere dei primi, a dispetto della laicità e del principio costituzionale d'eguaglianza.


Giusti > Soccorritori

Case di Vita che salvarono i perseguitati

Le "Case di vita", durante la II Guerra Mondiale, conflitti armati o genocidi, hanno accolto persone in pericolo. La Fondazione Internazionale Raoul Wallenberg ha ideato un programma per trovare questi edifici e rendere omaggio a istituzioni o individui, che rischiarono la vita per proteggere gli altri.


Persecuzioni > Totalitarismi

Václav Havel, un busto lo ricorda a Washington

Per le celebrazioni del 25° anniversario della Rivoluzione di Velluto, Dagmar Havlová ha scoperto nella Sala del Congresso il busto dedicato al marito, drammaturgo e dissidente perseguitato dal regime comunista,  primo presidente della Cecoslovacchia (dal 1993 Repubblica Ceca) dopo la liberazione dal giogo sovietico. 


Persecuzioni > GULag

Little Tulip, dal gulag a New York e ritorno

Graphic novel su un giovane internato del gulag sovietico che si salva grazie al suo talento di disegnatore. La storia di Jerome Charyn e François Boucq è focalizzata sul valore di testimonianza del disegno in contesti di segregazione. 


Persecuzioni > Diritti umani e crimini contro l'Umanità

"Vogliono porre fine all'esistenza dei Rohingya"

Dopo due anni dalla sua prima visita, Barack Obama tornerà in Birmania, dove troverà gli stessi problemi del 2012. A preoccupare è soprattutto la situazione dei Rohingya, il “popolo senza Stato” oggetto di una terribile ondata di violenza, che oggi per ottenere la cittadinanza deve rinunciare alla propria identità.


Persecuzioni > Holodomor

Holodomor, la grande carestia

Il 22 novembre 2014 gli ucraini commemorano l'Holodomor, la carestia che durante il regime sovietico uccise per fame di un numero stimato tra 2,4 e 7,5 milioni di persone. Il Congresso Mondiale Ucraino ha invitato tutte le famiglie sparse nel mondo a pregare in ricordo delle vittime.


La rubrica della settimana

l'analisi

L'arte della politica e la conoscenza per la prevenzione dei genocidi

editoriale di Gabriele Nissim, presidente di Gariwo, la foresta dei Giusti, 25 novembre 2014

È un testo magnifico quello pronunciato da Yehuda Bauer alla conferenza che si è tenuta a Ra'anana, in Israele, per ricordare il ventennale del genocidio in Rwanda.

Il grande professore, dando voce alla nuova corrente di pensiero che si sta affermando nel mondo accademico israeliano, ha posto un problema chiave: la memoria della Shoah deve diventare un punto di riferimento storico e morale per la prevenzione di tutti i genocidi.

Il dibattito

È possibile prevenire le atrocità di massa?

Yehuda Bauer è uno dei più autorevoli studiosi della Shoah. Nel discorso tenuto di recente a una conferenza della Open University of Israel ha approfondito il tema della prevenzione dei genocidi, sottolineando l'importanza dello studio dei crimini del passato e la necessità del confronto tra tutte le atrocità di massa, inclusa la Shoah. Nelle prossime settimane ospiteremo i contributi di intellettuali e studiosi con i quali abbiamo aperto un dibattito a partire dal pensiero di Bauer.


La Shoah non è unica perché si potrebbe ripetere
di Gabriele Eschenazi

L'appello

Desaparecidos, incontro con il Console messicano

Lunedì 24 novembre il Console del Messico a Milano Marisela Morales Ibanez ha ricevuto una delegazione dei promotori dell'appello di solidarietà alle famiglie degli studenti desaparecidos. I firmatari chiedono, attraverso il Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, l'intervento ufficiale del Governo italiano affinché sia fatta luce sulla sorte dei giovani in Messico. 


Flash News: