English version | Cerca nel sito:

Giornata Europea dei Giusti

Gli interventi della cerimonia del 6 marzo

Disponibili sul canale YouTube di Gariwo i video della cerimonia del 6 marzo 2014 al Giardino dei Giusti del Monte Stella, in occasione della cerimonia di dedica dei nuovi alberi a Nelson Mandela, Angelo Giuseppe Roncalli, Beatrice Rohner e ai Giusti milanesi.


I vincitori del Premio Dusko Kondor

Assegnati il 6 marzo 2014, per la Giornata Europea dei Giusti, i premi per il coraggio civile a persone di tutte le etnie che componevano la ex Jugoslavia. 


Il Canada riconosce la Giornata dei Giusti

Il premier canadese Stephen Harper scrive alla International Raoul Wallenberg Foundation, che ha scelto il 6 marzo come data per ricordare i Giusti in tutte le Americhe, riconoscendo il valore della Giornata Europea dei Giusti e ricordando il soccorritore svedese.


La Giornata dei Giusti in Europa

Dalla Francia alla Repubblica Ceca passando per Varsavia, il 6 marzo è stato celebrato ovunque nel segno della gratitudine verso chi ha salvato vite umane nei totalitarismi e nei genocidi. Presto le foto. 


Celebrazione del 6 marzo a Bisceglie

Celebrazione della giornata europea dei giusti a Bisceglie, con la dedica di un albero a Gino Bartali. Organizzazione a cura dell'associazione "Roma Intangibile", del Comune di Bisceglie, in collaborazione con Gariwo. Il racconto di Salvatore Pennisi.


La Giornata europea dei Giusti in Italia

In decine di città italiane è stata celebrata la seconda Giornata europea dei Giusti. Da Cernobbio a Marineo, comuni, associazioni, insegnanti e studenti hanno ricordato quanti hanno combattuto, e tuttora combattono, contro le persecuzioni e i totalitarismi.


Giornata europea dei Giusti

Il valore dell’individuo e della responsabilità personale

Il 10 maggio il Parlamento di Strasburgo ha approvato la Dichiarazione scritta che istituisce il 6 marzo come Giornata europea in memoria dei Giusti.
Il concetto di Giusto, nato dall’elaborazione del memoriale di Yad Vashem per ricordare i non ebrei che sono andati in soccorso degli ebrei, diventa così patrimonio di tutta l’umanità.
Il termine “Giusto” non è più circoscritto alla Shoah ma diventa un punto di riferimento per ricordare quanti in tutti i genocidi e totalitarismi si sono prodigati per difendere la dignità umana.

Il significato di questa decisione richiama uno degli elementi fondanti della cultura europea: il valore dell’individuo e della responsabilità personale.

leggi tutto

Scopri nella sezione

Multimedia

Intervista a Giselle El Kazzi, vedova di Samir Kassir

6 marzo 2013, Milano - prima Giornata europea dei Giusti