English version | Cerca nel sito:

50 anni di resistenza del Tibet

1959 - 2009


Giovani monaci tibetani (fonte Wikicommons)

Giovani monaci tibetani (fonte Wikicommons)

10 marzo 1959: insurrezione del Tibet e sanguinosa repressione da parte dell'esercito cinese.

17 marzo 1959: il Dalai Lama costretto a lasciare Lhasa, si rifugia in India. 


10 marzo 2008: pochi mesi prima delle Olimpiadi di Pechino dilaga dai monasteri la protesta per tutto il Tibet.

Tra le violazioni dei diritti umani da parte del governo cinese: 
colonizzazione forzata; migliaia di uccisioni e di arresti; esilio per 130.000 tibetani; violente "sessioni di rieducazione" inflitte ai monaci che si rifiutano di abiurare.
Oltre al coprifuoco, il regime ha istituito una nuova ricorrenza, il 28 marzo, di cosiddetta "liberazione", in contrapposizione all'anniversario del 10 marzo, ricordato da tutti i tibetani.

10 marzo 2009, manifestazione a Roma
ore 15.30 – 18.00: sit in 
ore 18.30 – 20.00: musica e preghiera dei monaci tibetani.
Fiaccolata silenziosa da piazza Montecitorio al Colosseo.

10 marzo 2009

Commenti

Totalitarismi

la negazione dell'Uomo nel secolo delle ideologie

Nell'esperienza storica del Novecento emergono due fenomeni speculari e produttivi delle peggiori tragedie del secolo: il fascismo - nella sua versione estrema di nazismo - e il comunismo - nella sua versione estrema di stalinismo. 
Entrambi sorretti da una straordinaria e dirompente potenza "ideale" in grado di trasformarsi in forza materiale: l'ideologia, intesa come capacità di fornire una visione complessiva del mondo che spieghi ogni risvolto della vita dell'uomo e gli attribuisca un senso rigidamente inquadrato in quella visione, dalla quale non si può prescindere senza perdere la propria stessa essenza.

leggi tutto

Scopri nella sezione

Multimedia

Le proteste anti- Putin

il gruppo delle "Pussi Riot"

La storia

Miklos Duray

scrittore diritti delle minoranze