English version | Cerca nel sito:

Impiccata in Iran Delara Darabi

rilasciata Roxana Saberi


Donne iraniane con velo integrale (foto Wikicommons)

Donne iraniane con velo integrale (foto Wikicommons)

Delara Darabi era una pittrice iraniana condannata a morte per un reato commesso a 17 anni. Di nascosto per eludere le proteste internazionali e in violazione della stessa legge iraniana che prevede di avvisare i familiari con trenta giorni d'anticipo, è stata impiccata il 1° maggio a Teheran. Non è il primo caso di violazione dei diritti umani e delle donne in Iran. Roxana Saberi è una giornalista iraniana e americana condannata a otto anni di carcere con false accuse di spionaggio. Nel 2003, la fotoreporter Zahra Kazemi è stata torturata a morte in carcere a Teheran. In Afghanistan un disegno di legge mira a legalizzare lo stupro familiare. Le associazioni in tutto il mondo si stanno mobilitando per fermare la violenza di Stato contro le donne. A volte, come mostra la tragica storia di Delara, ottenere un rinvio non è sufficiente.

30 aprile 2009

Commenti

Fondamentalismo e terrorismo

ideologia e violenza contro i diritti umani

La primavera araba del 2011 nel Magreb e le manifestazioni antigovernative in Iran e poi in Siria, Yemen, Bahrein e altri Paesi mediorentali, duramente represse nel sangue, hanno segnato la sconfitta politica del movimento qaedista facente capo a Osama Bin Laden, nel frattempo rintracciato in Pakistan e ucciso nell'assalto delle forze speciali Usa al suo nascondiglio. 
L'11 settembre 2001 aveva segnato una svolta profonda nei rapporti tra Occidente e Islam, basata su un aggravamento della diffidenza nella percezione reciproca.

leggi tutto

Scopri nella sezione

Il libro

Teologhe musulmane femministe

Jolanda Guardi, Renata Bedendo

Multimedia

La strage di Piazza Fontana

in un servizio del telegiornale su RaiTre

La storia

Gorka Landaburu

il giornalista spagnolo bersaglio dell'Eta