English version | Cerca nel sito:

A Torino le farfalle di Parastou Forouhar

arte contro il regime iraniano


Alla galleria "Verso Arte contemporanea" del capoluogo piemontese la mostra He kills me, he kills me not di Parastou Forouhar.

Parastou Forouhuar nasce nel 1962 a Teheran, dal 1991 vive e lavora in Germania. Nel 1998 perde entrambi i suoi genitori, Dariush e Parvaneh Forouhar, brutalmente uccisi dal regime per aver lottato per uno stato laico.

Le opere di Forouhuar sono molto influenzate dalla sua storia personale e si concentrano su temi quali l'opposizione al regime, la libertà di pensiero, la lotta per i diritti delle donne. Dietro la bellezza estetica delle immagini si celano riferimenti che svelano torture e persecuzioni.

L'artista afferma: “La vita nel mondo delle antiche miniature persiane è insopportabile. Alle persone è assegnato un posto in base alla posizione del corpo e al colore, in modo che la loro presenza amplifichi l’ordine decorativo. Con grande fatica sono scampata a questo ruolo e mi rifiuto di essere trascinata di nuovo in una tale condizione, all’interno del soffocante regno degli schemi prestabiliti”.

VERSO ARTE CONTEMPORANEA
via Pesaro 22, Torino
fino al 5 marzo 2010

15 dicembre 2010

Commenti

Mostre

percorsi visivi e testimonianze per non dimenticare

Mostre prodotte da Gariwo e segnalazioni di altre esposizioni e raccolte - fotografiche, multimediali, permanenti, itineranti, online.

Mostre online

La Memoria è il Futuro.

Testimoni e Giusti nel Genocidio Armeno

Storia di un lager del GULAG

il campo Perm' 36

Scopri nella sezione