English version | Cerca nel sito:

Yemen, fuga in elicottero per i diplomatici

come nel film "Urla dal silenzio"


"Un'evacuazione in elicottero dai tetti dell' ambasciata assediata, come nella celebre scena del film vincitore di Oscar Urla dal Silenzio. Ma non è la Cambogia nel 1975, è lo Yemen del 2011: ieri dalla sede diplomatica degli Emirati Arabi Uniti a Sanaa sono stati salvati dall' aviazione militare gli ambasciatori di Stati Uniti, Gran Bretagna e Unione Europea insieme ai colleghi di Arabia Saudita, Kuwait, Oman ed Emirati e al segretario del Consiglio di Cooperazione del Golfo (Ccg), Abdellatif Zayani. Assediati per ore nell' edificio da una folla armata di fucili, spade e pugnali, miliziani del presidente Ali Abdullah Saleh".

Questa la situazione a Sanaa secondo la giornalista del Corriere della Sera Cecilia Zecchinelli, che continua: "Alleato e finanziato dall' Occidente nella lotta contro Al Qaeda che in Yemen ha una roccaforte, il presidente che già fu vicino all' Iraq di Saddam e ora lo è all'Iran di Khamenei è diventato però indifendibile con l' inizio della primavera araba, scoppiata nel piccolo e povero Stato a fine gennaio, mai sedata nonostante il pugno di ferro. Nel suo discorso all' Islam giovedì scorso perfino il presidente Obama gli aveva chiesto di 'rispettare gli impegni e trasferire ad altri il potere'. In Yemen defezioni di massa hanno intanto colpito il governo e lo stesso partito di Saleh. Diplomatici, militari e magistrati sono passati all' opposizione che raccoglie ormai un ampissimo spettro di posizioni, dai religiosi alla sinistra laica o quasi". 

(Foto da Wikimedia Commons)  

24 maggio 2011

Commenti

Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Scopri nella sezione

Multimedia

The act of killing

di Joshua Oppenheimer (2012)

La storia

Neda Agha Soltan

la studentessa simbolo del dissenso iraniano