English version | Cerca nel sito:

dedicato ai Giusti di ogni parte del mondo


Il 24 gennaio 2003 è stato inaugurato a Milano uno spazio dedicato ai Giusti di tutto il mondo, nella grande area verde del Monte Stella. Nel Giardino vengono piantati ogni anno nuovi alberi per onorare gli uomini e le donne che hanno aiutato le vittime delle persecuzioni, difeso i diritti umani ovunque fossero calpestati, salvaguardato la dignità dell’Uomo contro ogni forma di annientamento della sua identità libera e consapevole, testimoniato a favore della verità contro i reiterati tentativi di negare i crimini perpetrati.

A ciascuno di loro è dedicato un pruno, messo a dimora durante una cerimonia in sua presenza o con la partecipazione dei suoi familiari, con un cippo in granito deposto nel prato sottostante. I primi alberi sono stati dedicati agli animatori dei primi Giardini dei Giusti proposti nel mondo, a Gerusalemme, Yerevan e Sarajevo: Moshe Bejski per i Giusti della Shoah, Pietro Kuciukian in onore dei Giusti per gli armeni, Svetlana Broz per i Giusti contro la pulizia etnica.

Dal 13 novembre 2008 la gestione del Giardino è affidata all'Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano, fondata dal Comune di Milano, dall'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e dal Comitato Foresta dei Giusti-Gariwo.

Il Giardino è nato grazie alla proposta di Gabriele Nissim, Presidente del Comitato Foresta dei Giusti, di riservare un luogo simbolico della città alla memoria delle figure esemplari di resistenza morale di ogni parte della Terra.

Giardino dei Giusti di Milano

  • Il viale dei Giusti al Montestella

  • Ingresso al Giardino

  • Il cippo per Neda Agha Soltan

  • Il cippo per Giacomo Gorrini

  • Il cippo per il diplomatico Guelfo Zamboni

  • Il cippo per Marek Edelman

  • Il cippo dedicato allo scrittore Grossman

  • Il cippo per Enrico Calamai

  • Il cippo per i Giusti italiani

  • Il Giardino dei Giusti

  • Il cippo sotto l'albero dedicato a Moshe Bejski

  • Il cippo sotto l'albero dedicato a Pietro Kuciukian

  • Il cippo sotto l'albero dedicato a Svetlana Broz

  • L'albero dedicato ad Andrej Sacharov "in onore dei Giusti del Gulag"

  • Altre gallerie fotografiche...

    Inaugurazione Giardino dei Giusti di tutto il mondo

  • Il cippo di granito all'ingresso del giardino

  • Il viale di accesso lungo un percorso del "Monte Stella"

  • Gabriele Nissim con le autorità prima della cerimonia

  • Il suono del violino in attesa dell'inizio

  • Gli studenti e i loro insegnanti ascoltano

  • L'assessore alla cultura Salvatore Carrubba

  • Il presidente del Consiglio comunale Giovanni Marra

  • Il capogruppo DS in Comune Emanuele Fiano

  • Il presidente di Gariwo, Gabriele Nissim, autore del libro su Moshe Bejski "Il Tribunale del Bene"

  • Il presidente della Comunità ebraica Roberto Jarach

  • Il presidente Marra con Lucien Lazare in rappresentanza di Moshe Bejski

  • Pietro Kuciukian, fondatore del Muro della Memoria di Yerevan

  • Svetlana Broz per il progetto Giardino a Sarajevo

  • Gabriele Nissim pianta l'albero per Moshe Bejski

  • Il saluto all'ambasciatore armeno Gaghig Bagdassarian

  • La consegna delle pergamene

  • Il cippo sotto l'albero dedicato a Bejski

  • Il cippo a Kuciukian in nome dei "Giusti per gli armeni"

  • Il cippo a Svetlana Broz per ricordare i Giusti di Bosnia

  • Un albero per Sacharov al Giardino dei Giusti

  • Elena Bonner, vedova Sacharov, accanto a Gabriele Nissim durante la cerimonia

  • L'intervento di Giovanni Marra, presidente del consiglio comunale di Milano

  • I ragazzi delle scuole intervenuti alla cerimonia

  • La partecipazione dei cittadini

  • Elena Bonner ascolta la traduzione degli interventi

  • Pietro Kuciukian

  • L'albero dedicato a Sacharov

  • Il cippo sotto l'albero dedicato a Sacharov

  • Giornata della Memoria 2008

  • Gabriele Nissim interviene per ricordare l'importanza dei Giusti

  • Nissim con gli studenti dopo la cerimonia per il "giorno della memoria"

  • Nissim con gli studenti del liceo scientifico Cardano prima della cerimonia al Monte Stella

  • Cerimonia al Giardino dei Giusti 2009

    5 maggio 2009

  • L'intervento di Gabriele Nissim

  • Il cippo sotto l'albero dedicato a Khaled Abdul Wahab

  • Il cippo sotto l'albero dedicato ai Giusti italiani

  • Il cippo sotto l'albero dedicato a Dusko Kondor

  • Il cippo sotto l'albero dedicato a Anna Politkovskaya

  • Il cippo sotto l'albero dedicato a Pierantonio Costa

  • Il cippo sotto l'albero dedicato a Hrant Dink

  • il Console armeno Pietro Kuciukian e Rakel Dink davanti all'albero dedicato a Hrant Dink

  • Pierantonio Costa e la sua famiglia davanti all'albero a lui dedicato

  • Pietro Kuciukian e Gabriele Nissim con Pierantonio Costa e i familiari dei Giusti onorati nel Giardino dei Giusti di Milano

  • Cerimonia al Giardino dei Giusti 2010

  • Il Sindaco Letizia Moratti

  • Il Presidente della Comunità ebraica di Milano Leone Soued

  • Il Presidente del Comitato Foresta dei Giusti Gabriele Nissim

  • Letizia Moratti e Gabriele Nissim

  • Gli studenti del Liceo Volta Michela Morenzetti e Antonio Meomartino

  • La docente Farian Sabahi

  • Paula Sawicka, collaboratrice di Edelman

  • Guido Parma che ha eseguito musiche di Bruch, Bach, Popper e Bloch

  • Fedor Guber, figlio adottivo di Vasilij Grossman

  • Il console onorario d'Armenia Pietro Kuciukian

  • Luigi e Antonio Zazzeri, nipoti di Guelfo Zamboni

  • Il sindaco di Molino dei Torti, Candido Meardi

  • Lo scoprimento del cippo dedicato a Guelfo Zamboni

  • Un gruppo di studenti

  • I ragazzi osservano i cippi

  • Cerimonia al Giardino dei Giusti 2011

  • Il sindaco Letizia Moratti

  • Il Presidente del Consiglio comunale Manfredi Palmeri

  • Il Presidente della Comunità ebraica di Milano Roberto Jarach

  • Il console onorario d'Armenia Pietro Kuciukian

  • Il Presidente del Comitato Foresta dei Giusti Gabriele Nissim

  • Il sindaco con Ewa Wierzynska, coordinatrice del programma Jan Karski - Unfinished Mission del Museo di Storia Polacca di Varsavia

  • Franz Muller, unico sopravvissuto della Rosa Bianca

  • Ignat Solženicyn, figlio di Aleksandr Solženicyn

  • La consegna della pergamena a Francoise Kankindi, presidente di Bene-Rwanda Onlus

  • L'architetto Misha Wegner accanto al cippo dedicato a suo padre Armin Wegner

  • La targa del Giardino dei Giusti di tutto il mondo

  • Cerimonia al Giardino dei Giusti 2012

    in onore di Primo Levi, Claire Ly, Yolande Mukagasana e Ayse Nur Zarakoglu

  • Il benvenuto del Sindaco a Claire Ly

  • La stele d'ingresso al Giardino riflette gli studenti che si avviano alla Cerimonia

  • Il cippo per Primo Levi con i sassi della tradizione ebraica

  • Il cippo per Claire Ly

  • Il cippo per Yolande Mukagasana

  • Il cippo per Ayse Nur Zarakoglu

  • Il Console Kuciukian con Stefano Levi Della Torre

  • Yolande Mukagasana firma la brochure del Giardino

  • Il Sindaco, il Presidente del Consiglio Comunale, e a poca distanza Gabriele Nissim, Pietro Kuciukian e Yolande Mukagasana

  • Il discorso di Basilio Rizzo

  • Un gruppo di studenti assiepato sul pendio del Monte Stella assistono alla Cerimonia

  • Stefano Levi della Torre parla accanto al cippo di Primo Levi

  • Il Sindaco, Yolande Mukagasana e un allievo della Scuola ebraica

  • Claire Ly firma la brochure per gli studenti

  • Il Sindaco depone un mazzo di fiori accanto al cippo dedicato a Claire Ly

  • Pietro Kuciukian ricorda Ayse Nur Zarakoglu

  • Yolande Mukagasana attorniata dagli studenti e dalle autorità parla accanto all'albero a lei dedicato

  • Gabriele Nissim ringrazia i Giusti

  • Il violoncellista iraniano Babak Khayami con alcuni studenti presenti alla Cerimonia

  • Cerimonia al Giardino dei Giusti 2013

  • Pietro Kuciukian, console onorario d'Armenia, e Giuliano Pisapia, sindaco di Milano

  • Basilio Rizzo, presidente del Consiglio Comunale di Milano

  • Antonio Ferrari, editorialista del Corriere della Sera e membro del Comitato scientifico di Gariwo

  • Giorgio Mortara, consigliere UCEI

  • Pietro Kuciukian, console onorario d'Armenia

  • Alexander Balabanov, pronipote di Dimitar Peshev

  • Ivan Havel, fratello di Vaclav

  • Ivan e Dagmar Havel

  • Bjorn Trygve Grydeland, Ambasciatore di Norvegia

  • Giselle El Kazzi, vedova di Samir Kassir

  • Kaludka Kiradzhieva, nipote di Dimitar Peshev

  • Commenti