English version | Cerca nel sito:

Il Memorioso. Breve guida alla Memoria del Bene

storie di Giusti al Teatro Franco Parenti


Non c’è futuro senza memoria del passato. Memoria del male, certo: non permettere che gli orrori del passato vengano divorati dall’oblio per poter schiudere le porte del futuro. Ma qui, al centro della scena, è la memoria del bene. Se il male, quello che nasce dall’obbedienza passiva, è "banale", come insegna Hanna Arendt, il bene è "ambiguo", sfugge a qualsiasi rassicurante definizione, è  imprevedibile, sorprendente, rivoluzionario. Accanto alla lunga, tristemente nota schiera di coloro che eseguivano gli ordini, ci fu l’oscura, silenziosa, operosa schiera di coloro che osarono “giudicare personalmente” e agirono di conseguenza. Dopo anni di repliche della lezione–spettacolo La banalità del male, Paola Bigatto prosegue un suo personale percorso di ricerca, proponendo a Massimiliano Speziani (in scena) un lavoro a quattro mani ispirato ai libri di Gabriele Nissim: storie di Giusti, uomini che non hanno rovesciato le sorti della Storia, ma hanno illuminato piccole storie. Per il protagonista dello spettacolo ricordare il bene è un’appassionata necessità, un esercizio meticoloso.





Dal 12 al 29 gennaio 2012
Teatro Franco Parenti di Milano
via Pier Lombardo 14


Uno sconto speciale per i lettori di gariwo.net


Agli iscritti alla nostra newsletter, il Teatro Parenti offre lo spettacolo con uno sconto speciale (€ 11,50 anzichè € 26,50). Per le prenotazioni scrivere a valeriadaniele@teatrofrancoparenti.it o telefonare al numero 0259995203.

9 gennaio 2012

Il Memorioso

spettacolo con Massimiliano Speziani e dibattito

  • Lo spettacolo

  • L'interprete Massimiliano Speziani

  • Un momento del monologo

  • L'orologio che segna il tempo della gratitudine al centro della scena

  • L'attore ricorda storie di Giusti

  • Dopo lo spettacolo: Marc Fermont parla di Moshe Bejski, suo parente

  • Nissim e Fermont rievocano il senso dell'opera di Bejski

  • Nissim e Kuciukian rispondono al pubblico degli studenti

  • Battute tra Nissim, Kuciukian e Speziani

  • Commenti

    Arte

    letteratura, cinema, arti visive

    Le uniche forme di comunicazione umana in grado di esprimere l'indicibile.
    Il modo più trasversale per parlare di bene e male.
    La via universale per trasmettere la memoria.

    Scopri nella sezione