English version | Cerca nel sito:

Trovato l'originale del protocollo di Wannsee

storico colpo ai negazionisti


Il 20 gennaio 1942 i massimi gerarchi nazisti si riunirono in una villa sul lago di Wannsee, nei pressi di Potsdam. La riunione era classificata come Geheime Reichsache, "top secret del Reich". In quell'occasione fu presa la tragica e criminale decisione di adottare una "soluzione finale alla questione ebraica". In pratica pianificarono l'esecuzione dell'Olocausto nei minimi dettagli: "evacuazione a est" degli ebrei su treni-bestiame piombati, sterminio nelle camere a gas con il Zyklon B, esperimenti scientifici sui deportati e collaborazione con le polizie dei Paesi occupati. 


A redigere il verbale fu Adolf Eichmann, il criminale nazista addetto ai trasporti. Finora erano disponibili varie fotocopie del documento, che sono state usate anche nei manuali scolastici, ma l'originale era sparito nei meandri del Ministero degli Affari Esteri tedesco. Oggi, come rivela il giornale tedesco Welt Online, alcuni studiosi l'hanno ritrovato ed è quindi possibile smentire categoricamente le tesi per cui la soluzione finale sarebbe stata un'invenzione o un'esagerazione. 

13 gennaio 2012

Commenti

Shoah

il genocidio degli ebrei

Nel quadro del secondo conflitto mondiale (1939-1945) si compie in Europa il genocidio del popolo ebraico (1941-1945). La “soluzione finale“, sei milioni di ebrei sterminati, è stata preparata da Hitler, salito al potere in Germania nel 1933. A partire dalla pubblicazione del Mein Kampf, Hitler progetta la rivoluzione nazionalsocialista sulla base di un’ideologia razzista.
Nella memoria del popolo ebraico e nella sentenza conclusiva del Tribunale Militare Internazionale, la stima dello sterminio è di 6.000.000 di persone. In realtà gli storici più accreditati, tra cui Raul Hilberg, ritengono che la cifra si aggiri intorno a 5.200.000.

leggi tutto

Scopri nella sezione

Multimedia

Yad Vashem

ricordare il passato, costruire il futuro

La storia

La città di Assisi

un libro racconta come Assisi salvò i suoi ebrei