English version | Cerca nel sito:

Su Homs 4 razzi al minuto

e 12 dissidenti arrestati


Il regime siriano ha arrestato 12 attivisti: tra loro anche la blogger Razan Ghazzawi, che sulle pagine del suo sito monitora la situazione del Paese e la violenta repressione. La donna era già stata messa in manette a dicembre e tornata in libertà da appena due settimane. 

Tra gli altri sono stato arrestati anche Mazen Darwish, direttore del Centro per i Media e la libertà di espressione e sua moglie. I fermi sono avvenuti per la maggior parte in questo centro.
Darwish è un giornalista e un avvocato che si occupa di difendere gli attivisti perseguitati. Ogni anno stende un rapporto sulle violazioni dei diritti umani in Siria. 


Sono stati messi in manette poi Yara Badr, Hussein Ghareer, Hani Zeitani, Sana Zeitani, Rita Dyoob, J.Ferson, Hanady Zahlout, Sam al-Ahmed, Mayada Khalil, Maha al-Seblaty.


L'ONU CONDANNA ASSAD


Con  137 voti a favore, 12 contrari e 17 astenuti, L’Onu ha approvato la risoluzione araba-occidentale sulla Siria. Contrari, tra gli altri, Cina, Russia, Iran, Cuba, Corea del Nord e Venezuela.


Il provvedimento, non vincolante, chiede ad Assad di interrompere gli attacchi contro la popolazione e di collaborare con la Lega Araba per una transizione democratica, sollecita l'Onu a nominare un inviato speciale per la Siria.


Continuano però gli attacchi alla città di Homs: un attivista ha raccontato alla stampa che in media vengono lanciati quattro razzi al minuto.





17 febbraio 2012

Commenti

Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Scopri nella sezione

Multimedia

Dawson: Isla 10

Film sul lager dei golpisti cileni, dalle memorie di Sergio Bitar

La storia

Mehrangiz Kar

avvocato, scrittrice, docente all’Università di Harvard