English version | Cerca nel sito:

Prima estradizione dalla Francia in Rwanda

di un responsabile del genocidio del 1994


Il cittadino franco-rwandese Claude Muhaymana, 51 anni, sta per essere consegnato dalla Francia alle autorità rwandesi secondo l'agenzia di stampa AFP, che tuttavia sottolinea che il governo francese non ha ancora approvato il provvedimento. 

Tra Parigi e Kigali c'è un clima piuttosto teso a causa delle responsabilità dell'ex potenza coloniale nel genocidio del 1994. 


Le accuse rivolte a Muhaymana sono di aver preso parte al genocidio e a crimini contro l'umanità nel 1994 in Rwanda, ma suoi legali sono convinti che il giudizio spetti alla Corte Internazionale per il Rwanda con sede ad Arusha (Tanzania) mentre nelle corti rwandesi "non sussisterebbero le condizioni per un equo processo data la situazione". 


L'ambasciatore rwandese in Francia Jacques Kabale ha invece dichiarato che il suo Paese è del tutto capace di garantire l'imparzialità del procedimento. 


In soli cento giorni in Rwanda nel 1994 il genocidio perpetrato dagli hutu causò oltre un milione di vittime tra i tutsi e gli hutu moderati. 

3 aprile 2012

Commenti

Rwanda 1994

lo sterminio dei tutsi e degli hutu moderati

Dal 6 aprile al 16 luglio 1994 si compie in Rwanda, piccolo Stato dell’Africa centrale, nella regione dei Grandi Laghi, il genocidio dei tutsi e degli hutu moderati per mano degli ultrà dell’Hutu Power e dei membri dell’Akazu.
La regione Rwanda-Burundi, esplorata a fine ‘800 dai tedeschi, viene affidata con mandato della Società delle Nazioni, nel 1924, al Belgio. Forti delle teorie fisiognomiche ottocentesche, i belgi si appoggiano, nello sfruttamento coloniale, all’etnia tutsi, che si era conquistata la corona intorno al XVI secolo, unificando il Paese e instaurando un regime monarchico di tipo feudale, sottomettendo gli hutu e i twa. Nel 1933 i belgi inseriranno l’etnia di appartenenza (hutu e tutsi)  sui documenti di identità ruandesi.

leggi tutto

Scopri nella sezione

Multimedia

Intervista a Pierantonio Costa

dal blog di Beppe Grillo, in collegamento via Skype da Kigali

La storia

Romeo Dallaire

generale che cercò invano di avvisare l'ONU dell'imminente genocidio in Rwanda