English version | Cerca nel sito:

Un nuovo "Giardino dei Giusti di tutto il mondo"

a Gyumri, in Armenia


Nasce un nuovo "Giardino dei Giusti di tutto il mondo" in Armenia, a Gyumri. Il primo alberoè stato dedicato al giornalista ucciso Hrant Dink che ha lavorato per il riconoscimento del genocidio armeno e la tutela delle minoranze in Turchia.


Interverranno tra gli altri la moglie Rakel Dink e  il Console onorario d'Italia a Gyumri Antonio Montalto.        


6 giugno 2012 - Gyumri città aperta: il programma della giornata




 Ore 11.00  - Presentazione dei progetti economici e socio-culturali di Gyumri. Intervengono Antonio Montalto e Manoug Manuel Pamokdjian (Cinema Oktober)


Ore 12.00  - Conferenza-dibattito – Interventi della delegazione turca:
Rakel Dink
Cengiz Aktar – Il ritorno della Memoria in Turchia
Sèvak Artsrouni – L’identità armena
Osman Kavala – I progetti dell’Anadolu Kültür
Ali Îhsan Alinak de Kars


Dibattito con i partecipanti


Ore 14.30  - Visita inaugurale di Villa Kars, dedicata al Centro Internazionale per la     
Pace e lo Sviluppo


Ore 15.30  - Visita della mostra fotografica di Max Sivaslian Gli armeni nascosti o islamizzati dell’Anatolia  (Biblioteca del Centro Culturale Europeo presso il Consolato Onorario d’Italia a Gyumrì)


Ore 16.30  - Posa della prima pietra del Giardino dei Giusti di tutto il mondo con la partecipazione della delegazione turca e di rappresentanti di istituzioni armene e internazionali. Per l’occasione Rakel Dink pianterà un albero in memoria del marito Hrant Dink.


Ore 20.00  - Concerto di musica strumentale del gruppo Goussan (Chiesa di Surb Khach)

29 maggio 2012

Commenti

Scopri nella sezione

La storia

Hrant Dink

giornalista che promosse il dialogo e la riconciliazione tra turchi e armeni