English version | Cerca nel sito:

La dignità degli eroi

al Festival "Filosofi lungo l'Oglio"


La locandina del Festival

La locandina del Festival

Il Festival Filosofi lungo l’Oglio venerdì 15 giugno, a partire dalle ore 21.15, approda a Casa Beluschi Fabeni, in via Vittorio Veneto 10 a Frontignano di Barbariga (Bs).


Ospite d’eccezione sarà Giovanni Ghiselli, raffinato studioso e docente di materie classiche, che interverrà su La dignità degli eroi


"Questo Simposio di Pensiero e di Parole – ha dichiarato il direttore scientifico, Francesca Nodari – sta riscuotendo un’affluenza che va oltre ogni rosea previsione, confermando nei fatti il diffuso bisogno di una richiesta di senso, quasi si trattasse di un nutrimento di ordine superiore. Il pensiero si fa nomade incrociando nelle chiese, nelle piazze, nelle ville vestite a festa per l’occasione i vissuti di chi si mette in cammino per ascoltare il Maestro. I luoghi si riappropriano del loro senso, riuniscono la comunità che si trova, da subito, in relazione".


in caso di pioggia presso il Centro Mariapoli Luce, in via XI Febbraio 2-Frontignano. Per ulteriori informazioni e per vedere il programma completo visita il sito del Festival o seguilo su Facebook.

13 giugno 2012

Commenti

Memoria

ricordare il passato per costruire il futuro

Il Comitato internazionale I Giusti per gli armeni. La Memoria è il futuro fondato da Piero Kuciukian per commemorare chi si è impegnato contro il genocidio del 1915, focalizza sin dal titolo la funzione del ricordo, che non è un nostalgico voltarsi indietro nella Storia, ma un ben più corposo dare un senso al passato per costruire un futuro che non ne ripeta gli errori. 
La memoria ha tanti risolti e presenta esiti contrastanti, in positivo o in negativo a seconda di come viene trattata. Riflettere sugli avvenimenti che ci hanno preceduto per capire il presente significa ricercare le coordinate che ci permettano di interpretare le nuove situazioni con la consapevolezza dei pericoli o delle opportunità che certi meccanismi culturali, sociali e individuali innescano. L'esperienza dei genocidi del Novecento, il fenomeno dei totalitarismi, sfociati in una devastante guerra mondiale, gli equilibri della guerra fredda, ci forniscono indizi molto precisi sulle pretese di egemonia geopolitica e sulle derive umanitarie da evitare; mentre l'esempio dei Giusti, il loro variegato impegno a favore dei perseguitati, la richiesta di libertà, l'autonomia di pensiero e l'istanza di difesa della dignità umana, sono altrettanti referenti da assumere per evitare le trappole dell'arroganza, della negazione della verità, del rifiuto della diversità, della chiusura all'altro, della decisione unilaterale.

leggi tutto

Scopri nella sezione

Multimedia

Saviano racconta Albert Camus

lo "scrittore combattente" premio Nobel per la letteratura