English version | Cerca nel sito:

“I Fratelli Musulmani non sono un’organizzazione democratica”

Bernard Henry Lévy sulle elezioni in Egitto


Il filosofo francese è drastico: nella scelta tra “la peste post-Mubarak e il colera islamista”, il popolo egiziano era e rimane diviso. Il 50%, scrive Lévy sul Corriere della Sera, ha votato contro i Fratelli Musulmani, una formazione i cui membri si sono distinti per descrivere Hitler come un “rappresentante di Allah” inviato per “punire” gli ebrei “corrotti”. 


Tuttavia la Presidenza di Mohammed Mursi, secondo l’intellettuale francese, è pronta a trasformarsi “in una conchiglia vuota” per effetto della sua dipendenza dal Consiglio supremo delle forze armate anche per la definizione dell’attribuzione di poteri. Non c’è ancora la materializzazione dell’incubo islamista. 


Per questo Bernard Henri Levy ammonisce: l’Egitto diviso deve affrontare il suo passato, le sue “lezioni di tenebra”, in modo che come tanti Paesi “eredi di civiltà immense” quali la Francia e gli Stati ex comunisti, la promessa della democrazia possa un giorno, quando terminerà il convulso processo rivoluzionario, realizzarsi.    

27 giugno 2012

Commenti

Fondamentalismo e terrorismo

ideologia e violenza contro i diritti umani

La primavera araba del 2011 nel Magreb e le manifestazioni antigovernative in Iran e poi in Siria, Yemen, Bahrein e altri Paesi mediorentali, duramente represse nel sangue, hanno segnato la sconfitta politica del movimento qaedista facente capo a Osama Bin Laden, nel frattempo rintracciato in Pakistan e ucciso nell'assalto delle forze speciali Usa al suo nascondiglio. 
L'11 settembre 2001 aveva segnato una svolta profonda nei rapporti tra Occidente e Islam, basata su un aggravamento della diffidenza nella percezione reciproca.

leggi tutto

Scopri nella sezione

Il libro

Teologhe musulmane femministe

Jolanda Guardi, Renata Bedendo

Multimedia

Il giardino dei limoni

una coltivazione di agrumi in Cisgiordania nasconde per forza terroristi?

La storia

Amina Wadud

docente di studi islamici presso il Dipartimento di filosofia e studi religiosi dell'Università americana della Virginia