English version | Cerca nel sito:

Sentenza di condanna per Thomas Lubanga

arruolò bambini soldato


Il signore della guerra congolese è stato il primo imputato sul quale la Corte Penale Internazionale abbia emesso un giudizio di colpevolezza, nel marzo 2012. Ora c'è la sentenza

La pena inflitta a Lubanga è di 14 anni, per aver reclutato e utilizzato bambini soldato nella sua armata ribelle nel 2002 e nel 2003. Il condannato, per il quale l'accusa aveva chiesto 30 anni, è già in prigione dal 2005 e pertanto sconterà ancora otto anni di carcere. 


Il conflitto etnico nella regione congolese dell'Ituri ha causato 60.000 morti. Lubanga non ha espresso emozioni alla lettura della sentenza. 


La Corte tra primi successi e polemiche interne


Il giudice Adrian Fulford ha lodato il comportamento collaborativo tenuto da Lubanga per tutta la durata del processo, mentre secondo la corrispondente della BBC a L'Aja Anna Holigan ha criticato duramente l'ex procuratore Luis Moreno Ocampo, che a suo avviso non avrebbe documentato a sufficienza le sue accuse al signore della guerra. 


La Corte Penale Internazionale sta ora cercando di perseguire un altro capo dei ribelli congolesi, il generale Bosco Ntaganda

10 luglio 2012

Commenti

Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Scopri nella sezione

Il libro

Una vita da dissidente

Win Tin e Sophie Malibeaux

Multimedia

Invictus

il film di Clint Eastwood sull'apartheid

La storia

Massoud Benhoud

il giornalista perseguitato per la sua voglia di verità