English version | Cerca nel sito:

Emir Kusturica fonda una città

operazione nazionalista?


Il quotidiano francese Le Monde ha reso noto che il regista di Underground e Gatto nero, gatto bianco ha fondato nella Repubblica Sprska la città di Andricgrad, che dovrebbe essere una ricostruzione del crogiolo multietnico descritto da Ivo Andric nel celebre romanzo Il ponte sulla Drina

Il luogo è tristemente noto dal 1992 in poi perché negli scontri interetnici alcuni bosniaci furono sgozzati e gettati dal ponte. L'idea di farne un luogo simbolico del cosmopolitismo di Andric potrebbe essere allettante, sostiene il giornale francese, se non fosse che Kusturica ad esempio non ha previsto moschee. 


Non sarebbe quindi un vero omaggio allo scrittore jugoslavo, quanto piuttosto un'operazione nazionalista mirante a rileggere la storia della ex Jugoslavia in ottica filoserba.

13 luglio 2012

Commenti

La pulizia etnica

nella ex-Jugoslavia

La Jugoslavia federale era costituita da sei repubbliche (Serbia, Croazia, Slovenia, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Macedonia) e due regioni autonome unite alla Serbia (Kosovo e Vojvodina). Con la morte di Tito, nel 1980, scoppiano le tensioni politiche che sono all'origine della guerra civile tra le varie repubbliche che componevano lo Stato federale.
Nel periodo che va dal 1990 al 1999, con un precedente nel 1989, quando la Serbia si oppone all'autonomia del Kosovo, le parti in guerra utilizzano a più riprese la pulizia etnica per prevalere.

leggi tutto

Scopri nella sezione

Il libro

L'ONU è morta a Sarajevo

Zlatko Dizdarevic e Gigi Riva

Multimedia

Tanja Sekulic per il Giardino dei Giusti di Milano

Testimonianza su Dusko Kondor, onorato a Milano per aver denunciato la pulizia etnica in Bosnia

La storia

Svetlana Broz

cardiochirurgo che ha raccolto le storie di salvataggio inter-etnico nel conflitto jugoslavo